Le proprietà benefiche della lavanda.

Le proprietà benefiche della lavanda.

Le proprietà benefiche della lavanda.

Il nome lavanda, o Lavandula Spica, deriva dal latino “lavandus” che significa “che pulisce”; la sua essenza, infatti, evoca profumo di pulito. Inoltre, la pianta della lavanda è legata a sentimenti miti, a forme delicate, pure e ancestrali. Oltre, al suo odore soave e rilassante, la lavanda possiede anche delle proprietà antiinfiammatorie, decongestionanti e analgesiche.

La sua efficacia è nota fin dai tempi antichi. Gli Egizi usavano la pianta in fiore nella preparazione di molti cosmetici (in particolare olii da massaggio), mentre il filosofo greco Diogene consigliava di applicare l’olio di lavanda sui piedi affinché tutto il corpo, fosse avvolto in una nuvola di profumo e tranquillità e potesse rasserenarsi per tutto il giorno. Inoltre, la lavanda è stata una pianta preziosa anche agli Antichi Romani che mettevano mazzetti di fiori nell’acqua dei bagni termali e già allora veniva utilizzata come base per raffinati profumi e nella preparazione di decotti e infusi usati per la bellezza della pelle e dei capelli.

Gli effetti benefici della lavanda
I fiori della lavanda sono utilizzati nella fitoterapia grazie alle innumerevoli proprietà e principi attivi dell’olio essenziale (linalolo, acetato di linalile, limonene, cineolo, canfora, alfa-terpineolo, beta-ocimene), tannini, acido ursolico, flavonoidi e sostanze amare. Questi principi attivi conferiscono alla pianta azione sedativa e calmante sul sistema nervoso, da utilizzare in caso di ansia, agitazione, nervosismo, mal di testa e stress e insonnia. La lavanda, infatti, è indicata per curare i disturbi del sonno, stress, cefalea e disturbi delle vie aeree anche per i bambini.

Le essenze ed olii di lavanda possono essere utilizzati per effettuare delicati massaggi sulle aree colpite da dolori reumatici.

In aromaterapia la lavanda viene utilizzata per profumare e rinfrescare gli ambienti della casa.

Le proprietà benefiche della lavanda.ultima modifica: 2018-12-01T10:03:47+01:00da tonyym
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento