Come e quando mangiare la carne rossa.

Come e quando mangiare la carne rossa.

Come e quando mangiare la carne rossa.

A differenza della carne bianca che viene consigliata da medici e nutrizionisti quella rossa viene invece messa sotto accusa poiché può causare seri danni all’organismo.

Ecco quindi che sorge spontaneo domandarsi, per esempio, quanta possiamo mangiarne a settimana, quali sono le conseguenze per il nostro organismo

I pericoli

Chi eccede nel consumo di carne rossa può incorrere in patologie cardiovascolari, tumori allo stomaco e al colon retto, la gotta ed l’osteoporosi.

Studi scientifici hanno dimostrato, inoltre, che la carne rossa, soprattutto quella lavorata, è pericolosa per la salute a differenza di quella fresca. I metodi di lavorazione e di conservazione, infatti, privano la carne delle sostanze benefiche. Inoltre, queste lavorazioni apportano altri elementi, tra cui il sale, dannosi per la salute e responsabili di ipertensione e cellulite.

Consigli

Insaccati, carne in scatola e salumi dovrebbero quindi essere banditi dalle nostre tavole o comunque limitati. Preferite invece la carne ovina, caprina e di bovino verificandone anche la provenienza fondamentale per assicurarsi che l’animale sia sano e non cresciuto con antibiotici o altri medicinali pericolosi per la salute dell’uomo. I tagli da preferire e consigliati sono quelli magri come la fesa, il girello e la noce. Per la cottura sono consigliate quelle molto rapide come la grigliatura o quelle molto lente a basse temperature così da avere della carne morbida facile da digerire.

La carne fresca può essere consumata una o due volte alla settimana a piccole porzioni di massimo 100 grammi per pasto per un totale di 500 grammi alla settimana comprensiva anche della carne bianca.

Se si rispettano queste quantità non ci saranno problemi per la salute.

Come e quando mangiare la carne rossa.ultima modifica: 2019-01-05T08:52:20+01:00da tonyym
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento