La corretta respirazione.

La corretta respirazione.

La corretta respirazione.

La corretta respirazione.

Il diaframma è fondamentale per una corretta respirazione, elasticizza muscoli e tendini, migliora la fonazione e promuove il rilassamento. Non è facile, però, utilizzarlo in maniera corretta.

Sentiamo spesso parlare di diaframma, di indicazioni su come bisogna abbassarlo, su come si esegue la corretta respirazione diaframmatica. Ma esattamente, cos’è il diaframma?

Il diaframma è una lamina muscolo-tendinea che separa la cavità toracica da quella addominale e strutturata in due cupole, una a destra e una a sinistra.

La parte muscolare del diaframma si collega a porzioni sternali, costali e lombari. La parte tendinea si connette al cuore e al colon.

Questa sua morfologia ci fa capire l’importanza del diaframma e della sua flessibilità e di quanto sia importante utilizzare il diaframma in maniera corretta anche per prevenire disfunzioni molto serie.

La respirazione addominale.
Una respirazione tecnicamente corretta prevede un’ispirazione che nasce dall’addome, quindi producendo un rigonfiamento nella pancia, che poi si sgonfia nel momento dell’espirazione.

Quando la respirazione è di questo tipo, quindi addominale, il diaframma entra in gioco e si abbassa consentendo di incamerare una quantità maggiore d’ossigeno.

L’atto inspiratorio così attivato stimola l’elasticità del diaframma, dei muscoli addominali, massaggia la pancia e riscalda la porzione lombare della schiena, aiuta l’espansione sternale, e costale.

Quando la respirazione è così profonda anche la struttura muscolare alta si rilassa, collo, spalle, trapezio vengono decontratturati.

La fonazione grazie all’uso del diaframma viene notevolmente migliorata, risulta più profonda, potenziata e non forza la gola e le corde vocali.

La corretta respirazione.ultima modifica: 2019-02-20T09:34:33+01:00da tonyym
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento